Archivio | febbraio 2020

Piccola Guida sulla Scherma

Navigando tra i siti della Società che incontriamo più spesso alle nostre competizioni ho trovato questa interessante guida rivolta soprattutto ai nuovi genitori ma utile a tutti per ricordarsi ‘le regole’ del gioco.

Buona lettura a tutti

Scudo d’Onore per il Circolo Scherma La Spezia

Nella giornata di domenica 2 Febbraio 2020, a latere della prima prova regionale GPG a Savona, la Federazione Italiana di Scherma ha consegnato al Circolo Scherma La Spezia un importante riconoscimento, lo scudo d’onore. Questo riconoscimento è un premio per i 30 anni d’impegno nel promuovere, insegnare, fare scherma e formare UOMINI e DONNE di valore. Dobbiamo ringraziare tutti coloro che in questo lungo periodo hanno contribuito a tutto ciò, consentendoci di ricevere oggi questo importante riconoscimento. Solo per citare alcune di queste figure, il nostro Presidentissimo Martelli, l’ ex Presidente Di Terlizzi, il nostro Tesoriere e mentore Roberto Balzano, il nostro Medico e Consigliere Maurizio Lutman, un sempre vicino Tripaldelli e soprattutto il Maestro Alberto Prayer , la cui passione è stata sicuramente la costante ed il collante del CIRCOLO SCHERMA LA SPEZIA.

Non perdo nemmeno se mi battono

‘Sarà mai possibile raccontare la scherma e una lunga esperienza come quella del maestro Antonio Di Ciolo? Forse si può tentare di farlo soltanto mostrando molti punti di osservazione e prendendo la rincorsa da lontano. Per esempio iniziando dal 1905, anno di nascita di Luciano, padre di Antonio Di Ciolo; o addirittura prendendo le mosse dal nonno, l’anarchico Dosolino. Perché, al contrario di quanto si crede, la scherma non è soltanto uno sport e non è, soprattutto, un fatto individuale. “Non perdo nemmeno se mi battono” segue l’evoluzione della scherma lungo almeno un secolo concentrandosi poi su ciò che avviene negli anni del dopoguerra, gli anni della formazione di Antonio Di Ciolo e dell’inizio del suo esperimento di successo. Ma questo non sarebbe ancora stato sufficiente. Alla voce narrante di Antonio che ci porta all’interno della sala di scherma e della sua lezione, alla declinazione del suo alfabeto schermistico, era necessario aggiungere le voci degli allievi. Così il figlio Enrico, i campioni Alessandro Puccini, Salvatore Sanzo e Simone Vanni ci prendono per mano e ci aiutano a rivivere i momenti principali di un’avventura cui vorremmo tutti partecipare: l’avventura di un felice rapporto tra maestro e allievo, di un felice rapporto tra le generazioni.’

Nella cornice della sala d’armi del Circolo scherma La Spezia, alla presenza dell’Assessore allo sport del Comune di La Spezia Brogi Lorenzo, del presidente del Circolo Andrea Caruso e di molti genitori, si è tenuta oggi una lezione a porte presieduta dai maestri Antonio ed Enrico Di Ciolo. Alla fine della lezione i due maestri e Roberto Scarpa hanno raccontato come è nato il libro e i contenuti dello stesso che esaltano la metodologia che il maestro Di Ciolo ha introdotto nel mondo della scherma illustrata anche da illustri atleti che raccontano le proprie avventure.

Momento prezioso per il Circo Scherma La Spezia che cerca sempre di crescere anche grazie alle interazione con altre società come il Club Scherma Di Ciolo dal quale proviene il tecnico Riccardo Bardine. Ringraziando i maestri Antonio ed Enrico Di Ciolo, Roberto Scarpa e l’Assessore Lorenzo Brogi il Circolo si augura di poter organizzare sempre più spesso eventi di questo spessore.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: